In Nomi d'autore

Riparare i viventi

 

Autore: Maylis De Kerangal

Prima edizione: 2014

Lingua originale: francese

Edizione italiana: Giangiacomo Feltrinelli Editore, 2015

 

C’è voluto il tesserino della mensa per dire che quello seduto al centro del sedile del van era Simon Limbres.

Sul tesserino della mensa c’è scritto che Simon Limbres aveva vent’ anni.

 

TESSERINO DELLA MENSA

(trovato nella tasca del giubbotto)

Cognome Limbres

Nome Simon

Età 20

Provenienza Francia del Nord

Passione Surf



CONNOTATI E CONTRASSEGNI SALIENTI

Capelli Umidi

Occhi Neri

Segni particolari Tatuaggio maori sulla scapola

Soprannome Sky

Che si unisce a Johan e Chris e che insieme fanno i Tre Caballeros; cavalcatori di onde notturne, quando nessuno li ha visti e nessuno li vedrà salire sul van del padre di Chris, macinare strada, macinarne tantissima, sbandare, sgranarsi contro un palo, sopravvivere (Chris e Johan), entrare in coma (Simon, detto Sky. Che vuol dire “cielo”).

Affetti 
Marianne (madre), Sean (padre), Lou (sorella di sette anni), Juliette (fidanzata)


Declinazioni del suo nome

L’hanno messo su un letto d’ospedale e c’era solo da aspettarne il risveglio, scivolando tutti nell’attesa. Quasi che

il cognome Limbres ricopiasse le lettere iniziali della parola “limbo”.

Quando in reparto è arrivata sua madre, è stato come se l’incidente si ripetesse; perché questa donna di nome Marianne si è sentita tutta rotta dentro.

Simon diventa sinonimo di my boy

che è un pianto straziato fino al midollo; è una mamma che sta cucinando uova alla paprika e mentre il tuorlo frigge in padella, il figlio, su un tratto di strada lontano, diventa albume bianco. Bianchissimo.

Quando in reparto si precipita anche suo padre, Simon è già finito in coma dépassé, che è una forma gentile di dire che è morto.

Il silenzio di papà Sean è un silenzio composto, un silenzio con la schiena dritta e la spina dorsale vuota. Come vuoto diventerebbe Simon se i suoi genitori accettassero di donarne gli organi. Ossia un fegato, due polmoni, due reni. E un cuore.

Simon = ──────────

E suo padre dice che forse Simon è un ragazzo egoista, che non vorrebbe donare nulla, che vuole tenersi tutto, come quando brontola con la testa dentro il frigo porca puttana non c’è Coca in questa baracca?, dice suo padre.

Ma alla fine accettano, svuotano Simon, lo lasciano carcassa. Tranne gli occhi: quello voleva dire togliergli le cose viste.

Il cuore, che prima era della fidanzata Juliette, se lo prende una donna, Claire Méjan. Lo ruba a una famiglia intera e diventa suo, Simon batte in lei.

Simon Limbres

Esistono volte, nel mondo, in cui due persone diventano stessa carne senza neppure conoscersi. Lì i nomi propri si annullano, conta solo chi ha dato e chi ha preso.

Stato attuale Donatore

Tra l’istante in cui il cuore viene arrestato nel corpo del donatore e il momento in cui riparte in quello del ricevente, l’organo si conserva quattro ore[1].

 

 

 

 

 

[1] Maylis de Kerangal, Riparare i viventi, Giangiacomo Feltrinelli Editore, Milano, 2015, p.135.

Leave a Comment

Contattaci

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

0

Start typing and press Enter to search